Gli estratti vegetali contenuti in Dretox+

Ritenzione idrica, gonfiori, gambe pesanti: sono alcune delle problematiche derivate da uno squilibrio nutrizionale e idrico e una cattiva distribuzione dell’acqua nel corpo.
Scopriamo quali estratti vegetali possono essere utili in questi casi, tutti contenuti in Dretox+.

  • Tarassaco (Taraxacum officinale). Il “Dente di Leone” è una pianta presente in quasi tutto il mondo ed è utilizzata in cucina e come rimedio tradizionale per problemi legati alla digestione, intestino e come drenante. Alla base di questi utilizzi del tarassaco ci sono le molecole in esso contenute tra cui polifenoli, inulina (una fibra) e lattoni sesquiterpenici. Il tarassaco è anche una buona fonte di potassio, 100 g di foglie ne apportano circa 300 mg. Dell’estratto di tarassaco si utilizzano e son state studiate le proprietà sia delle foglie che delle radici, per gli effetti prebiotici (Trojanová I et al. Fitoterapia. 2004), per l’effetto diuretico, antinfiammatorio (Kashiwada Y et al., J Asian Nat Prod Res. 2001) e depurativo (Maria Valentina Ignat et al., Plant, 2021).

  • Pilosella (Hieracium pilosella). La pilosella è una pianta erbacea spontanea perenne, con fiori molto simili a quelli del tarassaco e cresce soprattutto in collina e montagna. I suoi principi attivi sono flavonoidi, derivati dell’acido caffeico e clorogenico. Tradizionalmente è usata per contrastare bronchiti (fluidità delle secrezioni bronchiali) e per il suo effetto diuretico e antiossidante. L’utilizzo principale è dato dalla sua azione sul drenaggio dei liquidi corporei (proprietà approvata dall’HMPC – Committee on Herbal Medicinal Product). La pilosella, quindi, risulta molto utile in caso di accumulo ed eccesso di liquidi, inestetismi della cellulite, gonfiori, edemi.

  • Equiseto (Equisetum arvense), detto anche “coda cavallina” (Equisetum deriva dal latino e significa “crine di cavallo”). È un vegetale presente in quasi in tutto il mondo, in particolare lo si trova in zone incolte, umide e cresce in collina e montana, fino a 2000 m slm. Tradizionalmente è molto utilizzato per le sue proprietà drenanti, cicatrizzanti, astringenti e per il contenuto in sali minerali. In particolare, l’azione diuretica è data dalla presenza di elevate concentrazioni di flavonoidi, composti fenolici, e sali minerali (N. Mimica-Dukic et al., Molecules, 2008).

  • Betulla (Betula pendula Roth). La betulla è una pianta molto diffusa in Europa e in Asia, che può arrivare fino a 30 metri di altezza ed è caratterizzata dalla corteccia quasi totalmente bianca. Tradizionalmente da essa si ricavano gli estratti di linfa, corteccia e foglie per le proprietà diuretiche, depurative, antinfiammatorie e digestive. Contiene acido ascorbico (vitamina C) e flavonoidi e, di conseguenza, è anche una potenziale fonte naturale di antiossidanti (Dimitar Penkov et al., Folia Med, 2018).

  • Ananas (Ananas comosus (L.). Lo conosciamo tutti, il frutto buono e succoso accompagna pranzi e merende, soprattutto d’estate. L’estratto di Ananas si ricava fusto e viene sfruttato per il suo contenuto in bromelina, un enzima con proprietà proteolitiche, e per gli acidi organici che hanno un effetto diuretico. Queste proprietà rendono l’estratto ideale in caso di ritenzione idrica, di inestetismi della cellulite e di gonfiori, grazie alla bromelina che aiuta a supportare la digestione delle proteine.

Suggerimenti +Watt

Dretox+

Indicazioni d’uso: diluire 50 ml di prodotto (2,5 misurini) in un litro d’acqua. Bere durante la giornata preferibilmente lontano dai pasti. Agitare prima dell’uso. 

Prima di andartene, iscriviti alla nostra newsletter.

Per te subito uno sconto del 10% sul primo acquisto.

Inoltre riceverai:

+ promozioni e sconti dedicati alla community

+ news e articoli di approfondimento

+ consigli di integrazione, novità in anteprima e molto altro